54° CONGRESSO NAZIONALE UNGDCEC

Il Commercialista Revisore
Valore aggiunto per la professione, valore economico-sociale per le imprese

Padova, 14-16 aprile 2016

Centro Culturale Altinate/San Gaetano
Via Altinate 71 (ingresso da via Giulio Alessio 2 - 4) - Padova

Il Convegno è stato accreditato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e la partecipazione consente di maturare
un credito formativo professionale all'ora.

Logo Congresso

È un regalo veramente importante, per i 25 anni di vita dell’UGDCEC di Padova, poter accogliere i Colleghi Unionisti da tutt’Italia il 14-15-16 aprile 2016 al 54° Congresso Nazionale UNGDCEC sulla revisione legale dei conti. Un grande ed importante evento che nella primavera del 2016 vedrà moltissimi colleghi radunati a Padova per condividere contenuti di altissimo livello, fare networking e rafforzare lo spirito di appartenenza che contraddistingue la categoria professionale dei Giovani Commercialisti.

 

Il tema della revisione legale dei conti, cruciale e di grande attualità per i Dottori Commercialisti, è ancora più sentito per Noi Giovani Commercialisti, poiché rappresenta uno snodo determinante per il Nostro Futuro Professionale. “Il commercialista è revisore” scrivevano due anni fa l’attuale e l’allora presidente della Fondazione Centro Studi UNGDCEC, Pier Luigi Marchini ed Alessandro Lini, in tema di equipollenza tra gli esami di stato per l’iscrizione all’albo dei Dottori Commercialisti e per l’iscrizione al Registro dei Revisori Legali: un argomento sul quale l’Unione si è sempre espressa con forza e determinazione, per difendere la categoria dei Commercialisti da un “fuoco incrociato” che mina le basi della nostra professione. Così è la professione di Dottore Commercialista, soprattutto attraverso la revisione legale, a diventare protagonista nella vita economica del nostro Paese, accanto alle attività di controllo delle società, agli incarichi giudiziali, passando per la revisione degli enti locali, e che rafforza la reputazione del Commercialista come “utile al Paese”.

 

Protocollo #54Padova è lo slogan che il Comitato per il 54° Congresso ha scelto non appena la Giunta nazionale ci ha affidato il compito di organizzare l’importante appuntamento annuale dedicato ai Giovani Commercialisti italiani. È una grande soddisfazione personale e di tutto il Direttivo, soprattutto poiché la candidatura dell’UGDCEC di Padova è stata fervidamente sostenuta dal Comune di Padova, dalla Conferenza Permanente degli ODCEC del Triveneto e da tutte le UGDCEC delle Tre Venezie, e rappresenta il frutto di un profondo lavoro della squadra, l’UGDCEC di Padova, che in questi due anni di mandato si è rafforzata, dando vita ad un contesto di confronto politico-professionale improntato ai valori della lealtà, della fiducia, del confronto sereno e costruttivo, senza dimenticare il piacere della condivisione e dell’amicizia. Come dice il nostro Presidente nazionale, “questa è l’Unione!”. Si tratta di un impegno che tutti i colleghi del direttivo dell’UGDCEC di Padova stanno portando avanti con dedizione e passione: Franco Peres (vice-presidente), Elisa Goldin (segretario), Francesco Savio (tesoriere), Sergio Franceschetti (responsabile scientifico), ed i consiglieri Daniela Pavan, Luca Rigato, Stefania Varotto e Alessia Zantomio. Senza dimenticare che in questa “mission impossible” Protocollo #54Padova sono protagonisti anche altri colleghi, giovani e meno giovani, che stanno dando un contributo determinante per l’ottima riuscita del congresso!

 

Il 14, 15, 16 aprile non mancate al congresso di Padova anche per scoprire le bellezze di Padova, una città ricca di storia e di arte, “capitale della pittura del trecento”, famosa per la piazza più grande d’Europa il Prato della Valle, l’Orto Botanico patrimonio dell’Unesco, un’Università tra le più antiche dell’occidente, fondata nel 1222, tra i cui docenti e studenti si annoverano Leon Battista Alberti, Galileo Galilei, Niccolò Copernico ed Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, la prima donna laureata al mondo; non a caso in un proverbio sugli abitanti delle città venete, i padovani sono definiti “Gran dotori”.

 

For the great desire I had to see fair Padua, nursery of arts, I am arrived... and am to Padua come, as he that leaves a shallow plash to plunge in the deep, and with satiety seeks to quench his thirst.
(Per il grande desiderio che avevo di vedere la bella Padova, culla delle arti, sono arrivato... ed a Padova sono venuto, come chi lascia uno stagno per tuffarsi nel mare, ed a sazietà cerca di placare la sua sete) recitava William Shakespeare, come il grande bardo tanti illustri personaggi italiani e stranieri sono passati per Padova e sono rimasti innamorati della città in cui si respira l’illustre passato artistico, storico e scientifico.

 

La “mission impossible” dell’UGDCEC di Padova e del Comitato Organizzatore del 54° Congresso Nazionale UGDCEC, è quella di far vivere a tutti i colleghi tre giornate indimenticabili, in cui l’elevato spessore scientifico dei contenuti professionali si fonda in un perfetto connubio con il piacere di stare insieme, alla scoperta delle bellezza della città, con il desiderio che ciascuno di voi porterà un’immagine, un profumo, un sapore, un suono della nostra splendida città nel regno dei ricordi sempre impressi.

 

Davide Iafelice
Presidente UGDCEC Padova

 



Novita'



      © copyright Unione dei Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Padova
      Via Galante 77A int. 3 - 35129 Padova (PD) - tel. 02 82476.1 - fax 02 82476037 - E-mail info.congressoungdcec@wki.it
      Informativa sulla privacy


      Valid HTML 4.01 Strict Valid HTML 4.01 Strict